Archivio attività - Ente Parco Regionale dell'Olivo di Venafro

ENTE PARCO REGIONALE DELL'OLIVO DI VENAFRO

Storico Agricolo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio attività

News
20 FEBBRAIO 2017 - INTESA PARCO - UNIMOL – COMUNE DI VENAFRO
Stipulata la Convenzione tra Ente Parco e l’Università degli Studi del Molise finalizzata a la realizzazione di programmi e/o progetti di innovazione, ricerca e studi, didattica, in accordo con le proprie mission e nelle materie di comune interesse, quali progetti, ricerca, didattica, insegnamento e formazione con riferimento ai profili agro-zootecnico, economico-ambientale, storico-archeologico e culturale.

22 MARZO 2017 – CONVENZIONE CON L’ASSOCIAZIONE VIGILI DEL FUOCO IN CONGEDO - VENAFRO
Stipulata la l’intesa per il monitoraggio sullo stato dei suoli agricoli e degli oliveti in riferimento alle normative del Parco e ai regolamenti comunali vigenti, al fine di prevenire gli incendi;
per il supporto organizzativo agli eventi organizzati dall’Ente Parco anche al di fuori del perimetro dell’area protetta e per il controllo sulle violazioni relative al rilascio di rifiuti.

MAGGIO 2017 - ADESIONE AL PROGETTO “MOLISE MED WEEK”
Adesione al progetto turistico della Fondazione Neuromed nell’ambito del “Patto per lo sviluppo della Regione Molise, area tematica Turismo e Cultura, Programma integrato per lo sviluppo e la promozione del turismo - “Molise che incanta” - Avviso per il sostegno ad attività di promozione, marketing, auto narrazione, comunicazione della cultura regionale.

8 MAGGIO 2017 - PROGRAMMA INTERREG IPA CBC – ITALIA, ALBANIA, MONTENEGRO – CANDIDATURA PROGETTO “CROSS BORDER OLIVE”
l’ Università di Tirana (Lead Partner),l’ IMAB Bari, l’Ente Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, l’ Uri – Urban Research Institute (Albania), le Municipalità di Bar e Valdanos (Montenegro), il Ministero Agricoltura del Montenegro (Associated Partner), hanno presentato il  Progetto  “Cross Border Olive”, nell’ambito del il Programma INTERREG IPA CBC – ITALIA, ALBANIA, MONTENEGRO. L'obiettivo generale del progetto è quello di valorizzare e conservare i beni naturali e il paesaggio degli oliveti antichi, al fine di promuovere i territori quale fonte di turismo intelligente e sostenibile, produzione di qualità, supportando lo sviluppo rurale sostenibile in tali ambiti.

GIUGNO 2017 – CONVENZIONI CON GLI ISTITUTI LEOPOLDO PILLA E ISISS A. GIORDANO DI VENAFRO
Sottoscritte convenzioni nell’ambito del“Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE). Le attività variano dall‘attivazione di laboratori didattici per lo studio storico-naturalistico e archeologico dell’ambiente del Parco  alla conoscenza dell’olio nell’archeologia e nella storia e nel paesaggio.

11 LUGLIO 2017 – SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “I MIGLIORI OLIVETI DEL PARCO”
Seconda edizione per premiare i migliori oliveti del Parco al fine di incentivare le buone pratiche agricole nel Parco. La valutazione avverrà attraverso i seguenti parametri: condizioni di gestione del suolo degli oliveti e manutenzione dei muri a secco, ove presenti,  stato fitosanitario delle piante, numero e dimensioni di piante di olivo, gestione della chioma ed esecuzione di una buona potatura. Verranno premiati i primi 15 conduttori di fondi classificati con un premio unico pari a 400 €.

AGOSTO – SETTEMBRE 2017 – LAVORI DI MANUTENZIONE AMBIENTALE
Nonostante le ristrettezze economiche imputabili alle responsabilità marchiane della Regione Molise, sono stati realizzati interventi di manutenzione ambientale sui sentieri, le aree picnic e presso il giardino degli Olivi Patriarchi d’Italia.

AGOSTO 2017 – INCENDIO NEL PARCO
Un incendio scaturito altrove e durato ben 14 giorni ha interessato il Parco nella sua parte montana, interessando alcuni oliveti in località Pigne. La siccità non può essere l’unica causa di questo disastro.  Sono innegabili gli effetti che la soppressione del Corpo Forestale dello Stato ha generato. Distratto spesso da altri compiti di ordine pubblico, ridotto nell’organico, al Gruppo Forestale dei Carabinieri è stata tolta la competenza della gestione degli incendi boschivi, sopprimendo così un’esperienza preziosa accumulata negli anni. A ciò si aggiunga lo smantellamento della flotta elicotteristica del Corpo Forestale dello Stato che è stata suddivisa tra Vigili del Fuoco e Carabinieri, perdendo molto della sua vocazione originaria, con molti elicotteri tutt’ora fermi.  Si consideri l’estrema difficoltà della bonifica dell’incendio a causa dell’orografia impervia del territorio, resa vana dall’assenza di elicotteri della regione Molise.

SETTEMBRE 2017 – REGISTRO NAZIONALE DEI PAESAGGI STORICI - PRESENTATO IL DOSSIER FINALE AL MIPAAF
Presentato ufficialmente al Mipaaf dopo un percorso durato due anni il Dossier di candidatura per l’inclusione nella Rete Rurale Nazionale del MIPAAF. A comunicarlo al Parco e al Comune di Venafro è stato il Direttore dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, Antonio Balenzano. Il Dossier è stato elaborato dall’Università di Firenze – GESAAF e finanziato dal Parco che ha fornito tutta la documentazione ed il supporto necessari.

14 OTTOBRE 2017 – VENOLEA 2017
Torna l’edizione annuale di Venolea. La prima giornata organizzata il 14 febbraio ha visto l’inaugurazione del Giardino degli Olivi Patriarchi d’Italia realizzato con la collaborazione dell’Associazione Patriarchi della Natura in Italia, finalmente completo con la messa a dimora delle piante gemelle di olivi secolari  rappresentativi del Sud d’Italia. A seguire la presentazione del libro “L’Olio di oliva, oro verde del Mediterraneo di Yuko Okuma e sara Sargenti, con le foto di Gianni Mània e la presentazione di Antonio Cimato. Un convegno sull’olivicoltura ambientale, che ha annoverato tra gli altri l’On. Laura Venittelli (Commissione Agricoltura della camera dei Deputati) e Sergio Guidi dell’ARPA Emilia Romagna ha preceduto la degustazione di piatti tipici locali. Il tutto in una splendida mattinata di sole all’aperto nel Parco.

28 OTTOBRE 2017 –  CI LASCIA MARIO LEPORE, GIORNALISTA E AMICO DEGLI OLIVI DI VENAFRO
Una grande perdita per la comunità di Venafro è la scomparsa di Mario Lepore, noto giornalista locale con un‘ampia militanza nelle testate regionali. Tanti i suoi articoli a supporto del Parco e tante le battaglie per la sua città. Un commosso ricordo viene espresso dal Consiglio direttivo del Parco per la perdita di una persona affabile, colta e sensibile alle problematiche del territorio.

29 OTTOBRE 2017 – CAMMINATA TRA GLI OLIVI “EVENTO NAZIONALE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTA’ DELL’OLIO NEL PARCO REGIONALE – SECONDA GIORNATA DI VENOLEA 2017
Pieno successo dell’evento; almeno 150 persone hanno partecipato all’escursione nel Parco che si è conclusa con la visita di alcuni monumenti e con il pranzo in Piazza Annunziata. L’Ente Parco ringrazia Francesco Tomasso (Olea Mediterranea) per l’organizzazione, le guide Carmen D’Antonino e Ferdinando Alterio, l’Azienda Agricola di Mario Rambaldi per il pranzo a base di farro e fagioli coltivati nel Parco, la Cooperativa Colonia Julia Venafrana per lo squisito olio e Luciano Bucci per aver ospitato gli ospiti nel Museo Winterline. Presenti all’evento anche Mika Takizawa dell’Associazione Olives Road di Roma, Palma Esposito Capo Panel dell’Università di Cassino e Antonio Narciàno della redazione di Cucina e Vini.

15 NOVEMBRE 2017 – IL PARCO E L’AURINA DI VENAFRO PRESENTI A FICO A BOLOGNA
Ha aperto a Bologna il 15 novembre Fico Italy World, la Fabbrica italiana contadina, nata per raccontare al mondo l’eccellenza agroalimentare del nostro paese. ARPAE Emilia Romagna ha collaborato, grazie al Dott. Sergio Guidi, alla realizzazione del Frutteto della biodiversità con piante e frutti antichi. Tra le quindici piante rappresentative del nostro paese c’è anche la Licinia-Aurina di Venafro.

25 NOVEMBRE 2017 – LA REGIONE NON ACCREDITA AL PARCO LE SOMME DOVUTE PER IL 2015 E IL 2017
Con una strafottenza unica nei confronti di Venafro e della storia millenaria dell’olivo che rappresenta nel Mediterraneo, continua il disinteresse della Giunta Regionale nei confronti dell’unico Parco istituito nella Regione Molise. E’ imbarazzante che un Presidente della Giunta regionale e il suo Assessore all’Ambiente non siano stati capaci di permettere al Parco una normale vita amministrativa, in questi anni, vista l’intensa attività prodotta.

NOVEMBRE 2017 – ALTERNANZA SCUOLA LAVORO – SECONDA ANNUALITA’ CON L’ISTITUTO DI SCUOLA SUPERIORE A. GIORDANO
Al via la seconda annualità dell’ASL nel Parco che vedrà, quest’anno, i ragazzi impegnati nella georeferenziazione di muri a secco, mulattiere e cisterne di ville rustiche romane presenti nel Parco.

25 NOVEMBRE 2017 – INTERLOCUTORI DEL TEMPO AL FESTIVAL RISC DI MARSIGLIA
“Interlocutori del tempo”, opera di Salvatore Insana, nata a Venafro nel Parco Regionale dell’olivo con la collaborazione di Ferdinando Alterio e Elisa Turco Liveri, proiettata al Museum d’Histoire Naturelle di Marseille per il Festivale d Rencotres Internationales Sciences & Cinemas.

1 DICEMBRE 2017 – CONVENZIONE PER COMODATO D’USO DI OLIVETO
Approvata nel Consiglio direttivo del 1 dicembre, una convenzione con un privato per la gestione gratuita di un oliveto monumentale, nel quale il Parco è intenzionato a promuovere le buone pratiche agricole, corsi di potatura specializzati per olivi secolari e allocare un nuovo giardino dedicato alle cultivar mediterranee.

8 DICEMBRE 2017 – RICHIESTA DI ADOZIONE DELL’ORTO DEL GETSEMANI A GERUSALEMME
L’Associazione Coltiviamo La Pace di Firenze, l’Ente Parco, Marco Peruzzi impianti a verde di Vinci e l’Associazione Olea Mediterranea hanno prodotto richiesta ufficiale a Padre Francesco Patton, Custode di Terra Santa a Gerusalemme per una Convenzione finalizzata allla Tutela, Conservazione e Valorizzazione dell'Orto degli Ulivi e degli altri appezzamenti del Podere del Getsemani, che potrà riguardare:
- l'esecuzione di attività agronomiche volte alla conservazione delle otto piante storiche, ma anche la eventuale realizzazione di un progetto di risistemazione dell'Orto degli Ulivi e del Giardino del Tradimento per valorizzarne gli aspetti «devozionali» ed «evocazionali» degli episodi evangelici che qui si sono svolti;
- una successiva estensione delle operazioni di risistemazione ambientale all'intero Podere Francescano del Getsemani, sul quale sono già state effettuate delle operazioni di rilevamento georeferenziato degli appezzamenti e degli olivi in essi esistenti.

5 MARZO 2016 - STRUMENTI FINANZIARI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE
Si è svolto il 5 marzo, a Castello Pandone, un’importante convegno, organizzato dall’Associazione Pianeta Terra e dalla Presidenza del Consiglio comunale, cui hanno partecipato oltre al Parco, il Presidente del WWF Italia Donatella Bianchi e  Antonio Canu, Presidente del WWF oasi.

MARZO 2016 – COMPLETATO IL GIARDINO DEGLI OLIVI PATRIARCHI
Completati i lavori del giardino, sono stati messi a dimora i primi dieci olivi, riproduzione per talea di famosi olivi secolari italiani: L’Olivo di Campofilone (FM), l’Olivo di Caneva (PN), l’Olivo di Mezzegra (CO), l’Olivo di Mulazzano (PR), l’Olivo di Palombara (RM),  l’Olivo di Pino d’Asti (AT), l’Olivo di San Remo (IM), l’Olivo di Strega (GR), l’Olivo di Torbole (TN), l’Olivo di Torille (AO) e l’Olivo di Vigilio (VE).

1 APRILE 2016 – PREMIAZIONE DEI MIGLIORI OLIVETI DEL PARCO
Premiati presso la sede del Parco i migliori 10 oliveti del concorso 2015. Il concorso ha premiato la manutenzione e la cura degli oliveti in relazione ai terrazzamenti e agli olivi secolari presenti. Assegnati un primo premio di 500 €, tre secondi premi da 400 € euro e 5 terzi premi da 300 €.

APRILE 2016 - INCREDIBILE SVISTA DELLA REGIONE MOLISE: CANCELLATI I FONDI ASCRITTI AL PARCO NELLA FINANZIARIA REGIONALE 2015  
Con contrarietà si è appreso della cancellazione dei fondi impegnati dalla Regione nel bilancio 2015 a favore dell’unico parco regionale della Regione.
Si sottolinea che l’Ente Parco nel rispetto delle norme vigenti e nei limiti del contributo regionale 2015, ha svolto regolarmente tutte le attività previste, impegnando le relative somme con i fornitori di servizi regolarmente erogati a favore dell’Ente, con Deliberazioni e Determinazioni, tutti atti giuridicamente vincolanti, che impegnano l’Ente ad erogare tutte le somme dovute ai suddetti fornitori. L’atto propinato dai servizi finanziari della Regione Molise risulta pertanto di estrema gravità e sicuramente una primizia negativa in campo nazionale nella gestione dei parchi regionali. Infatti, la Regione prima ha autorizzato alla spesa per tutte le attività svolte nel 2015 e poi ha tagliato i fondi per pagarle.
Per tali motivi il Consiglio direttivo dell’Ente ha deliberato il 1 aprile 2016
-di far voti al Presidente della Giunta Regionale a voler intervenire con immediatezza al fine di ripristinare il finanziamento di cui alla L.R. n. 30/2008 (Istituzione del Parco Agricolo dell’Olivo di Venafro), ascritto dalla Legge finanziaria regionale 2015, pari a 100.000 €,
-di impegnarsi a prevedere nell’esercizio finanziario 2016, in corso di approvazione, le somme necessarie per l’attività dell’Ente;
-di dare mandato al Presidente dell’Ente Parco di tutelare l’immagine del Parco nei modi ritenuti opportuni e condivisi con il Consiglio direttivo, qualora la Regione Molise non dovesse restituire all’Ente il finanziamento per le attività già svolte nel 2015.

MAGGIO 2016 – INTESA CON L’UNIMOL PER TIROCINI FORMATIVI
Sottoscritta un’intesa con l’UNIMOL  per progetti di tirocini che potranno impegnare studenti in attività di studio e ricerca nel Parco.

MAGGIO 2016 – CONVENZIONE CON L’ISTITUTO ISISS “A. GIORDANO” PER ASL
Sottoscritta la convenzione per progetti di Alternanza Scuola Lavoro che impegneranno alcune classi dell’Istituto in attività di studio e ricerca nel Parco.

LUGLIO 2016 – CANDIDATURA NEL REGISTRO DEI PAESAGGI STORICI ITALIANI DEL MIPAAF
L’Associazione Nazionale Città dell’Olio che con nota del 26.07.2016, l’Associazione Nazionale città dell’Olio annuncia che il territorio candidato “Parco Regionale Storico dell’Olivo di Venafro” è risultato idoneo, senza richieste di integrazioni, all’iscrizione nel Registro nazionale Paesaggi rurali storici e che  quindi si può procedere alla redazione del Dossier Ufficiale di candidatura.

AGOSTO 2016 - CENSIMENTO DEGLI OLIVI SECOLARI
La rilevazione ha riguardato 165 olivi di grandi dimensioni presenti nel territorio del Parco. Oggetto della ricerca sono stati l’identificazione catastale dell’albero e le sue coordinate GPS in WGS-84, l’altitudine, l’ambiente, gli aspetti di monumentalità (età, dimensioni, forma e portamento, valore ecologico, valore storico e culturale, valore paesaggistico).
Le dimensioni esaminate riguardano il diametro a 1,30 m e l’altezza. L'attività svolta rientra tra quelle isitituzionali del Parco, attuata nonostante a tutt'oggi la Regione Molise non ha pagato all'Ente le spettanze 2015 e 2016.
Oltre che ad implementare il database del territorio, la puntuale rilevazione della maggior parte dei grandi olivi del Parco è finalizzata alla loro effettiva tutela.

SETTEMBRE 2016 – CENSIMENTO DEGLI OLIVETI INCOLTI
Rilevamento attuato dall’Ente Parco riguardante gli oliveti incolti. Si spera che finalmente gli organi deputati al controllo del territorio facciano rispettare gli obblighi di manutenzione degli appezzamenti olivicoli.

OTTOBRE 2016 – IL PARCO NEL GAL MOLISE RURALE
Il Parco nella Società Consortile del GAL Molise Rurale. Nonostante le attuali difficoltà di gestione dell'Ente, dopo un complesso iter, il Parco, aderendo alla Società consortile, crea condizioni idonee di finanziamento per le attività del proprio territorio. Spetterà alla Regione Molise valutare il Piano di Sviluppo Locale della Società consortile.

NOVEMBRE 2016 – AFFIDAMENTO DEL DOSSIER DI CANDIDATURA
Affidato all’Università di Firenze (GESAAF ), convenzionata all’uopo con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio la redazione del Dossier di candidatura per l’iscrizione nel Registro nazionale Paesaggi rurali storici. E’ l’ultimo atto necessario per l’iscrizione quale unico paesaggio nel Molise.

31 DICEMBRE 2016 – REGIONE… SE CI SEI BATTI UN COLPO
Ancora nessun euro relativo alle annualità 2015 e 2016 erogato dalla Regione Molise.



Ente Parco Regionale Dell'Olivo di Venafro
Storico Agricolo
Piazza Annunziata, Palazzo della Congrega - Venafro IS
Cell. 3388618979
Copyright 2010 - 2017 Ente Parco Regionale dell'Olivo di venafro - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu