Eventi anno 2014 - 2013 - Ente Parco Regionale dell Olivo di Venafro

Ente Parco dell'Olivo di Venafro logo
Storico Agricolo
SEGUICI
ENTE PARCO REGIONALE DELL'OLIVO DI VENAFRO
Paesaggio rurale storico d'Italia
(D.M. n. 6419 del 20.2.2018 – MIPAAF)
ENTE PARCO REGIONALE DELL'OLIVO DI VENAFRO
Logo Ente Parco
Storico Agricolo
SEGUICI
Paesaggio rurale storico d'Italia
(D.M. n. 6419 del 20.2.2018 – MIPAAF)
Vai ai contenuti
EVENTI
anno 2014

VERSO EXPO 2015
L’allestimento dello stand del Parco nella settimana dedicata all'importante evento organizzato a Venafro da ANCI e Comune di Venafro a fine maggio 2014, ha visto il notevole impegno organizzativo dell’Ente Parco con l’allestimento di un apprezzato stand, l’organizzazione della manifestazione Pomeriggio al Parco, di tavole rotonde. Il Parco ha anche ospitato studiosi del CNR IVALSA di Sesto Fiorentino, per lo studio del genoma dell’Aurina.
Hanno potuto apprezzare le qualità dell'olio di Venafro, grazie alle erudite osservazioni degli assaggiatori Vito La Banca, Michele Bocchino ed Ettore Celino. La poesia dei grandi poeti, da Orazio a Giovenale, recitata da Daniele Coletta dell'Associazione teatrale Dietro Le Quinte e accompagnate dal sassofono di Isidoro Grasso della Jam Session school, hanno catturato l'attenzione dei presenti. Particolarmente toccanti gli scritti di William Gentry e Frederick Temple che hanno impresso le emozioni vissute proprio tra gli olivi di Venafro durante l'ultima guerra mondiale.
Una serata è stata organizzata dal Parco presso il locale Buena Vista di Venafro di Maurizio Santilli, concessionario del Marchio del Parco Terre degli Olivi di Orazio, dove alla presenza di specialisti come i Prof. Antonio Cimato (CNR Firenze), Giovanni Gianfrate (Assoc. Coltiviamo La Pace Firenze) Angelo Cichelli (Università di Pescara), Raffaella Petruccelli (CNR Firenze), l’Arch. Maurizio Zambardi (che a breve pubblicherà con l’Ente, un libro sulle emergenze archeologiche del Parco), la D.ssa Nicolina Del Bianco (Dirigente del Settore Foreste della Regione Molise) oltre al Presidente del Parco Emilio Pesino, ai consiglieri Giuseppe Simeone e Nicola Vettese e al Sindaco di Venafro Antonio Sorbo con l’Assessore Dario Ottaviano, sono state affrontate problematiche inerenti la tutela dei luoghi olivicoli storici.
anno 2014

PROGETTO COLONIA JULIA VENAFRANA
 
Ammirevole iniziativa della Cooperativa Colonia Julia Venafrana che il 22 maggio 2014 ha presentato la prima produzione di olio di oliva imbottigliata degli oliveti del Parco e della Pianura. Un successo per la cooperativa presieduta dall’Ing. Nicola Ricamato e animata dal manager Giovanni Venuto che vede la compartecipazione di 18 soci proprietari di appezzamenti olivicoli in buona parte del Parco.
anno 2014

TRENTENNALE DELLA FESTA DELLA CROCE 2014
l’Associazione Santa Croce ha organizzato il trentennale della festa della Croce tra gli oliveti del Campaglione con il patrocinio dell’Ente Parco. Musica, poesia e momenti ricreativi hanno animato la bella manifestazione ottimamente organizzata dall’Associazione.

anno 2014

Army in Camp-aglione, successo per l’originale manifestazione nel Parco Regionale dell’Olivo di Venafro.
Ha rispettato tutte le aspettative Army in Camp-aglione, manifestazione promossa ieri sulla montagna venafrana dal Parco Regionale dell’Olivo e dall’associazione Winterline. Nonostante si trattasse di una giornata lavorativa dalle basse temperature, numerosi sono stati i partecipanti incuriositi dall’iniziativa che ha portato sul Campaglione un vero accampamento militare della seconda guerra mondiale, con tanto di armi, alzabandiera e cornamusa. L’esperimento, che ha abbinato storia, natura e prodotti tipici agroalimentari, ha avuto come protagonisti i ragazzi del Club Vojebske Historie Usti Nad Labem, dalla Repubblica Ceca, e i “colleghi” venafrani della Winterline. Una giornata dal carattere internazionale, dunque, che sarà certamente ripetuta il prossimo anno.
I convenuti, poi, hanno consumato il pranzo, offerto dal Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, nella natura incontaminata e affascinati dalla bellezza degli antichissimi e pregiati olivi.
Un grande contributo alla buona riuscita dell’evento è stato dato dai Vigili del  Fuoco in Congedo di Venafro che hanno garantito il servizio d’ordine e, soprattutto, un servizio cucina altamente professionale. L’associazione Pianeta Terra, che ha ospitato i Cechi per due giorni nell’Oasi Naturalistica Le Mortine, Slow Food, Macelleria Bucci di Conca Casale e la Cooperativa Colonia Julia Venafrana sono state le altre realtà coinvolte nel progetto coordinato, per il Parco, da Francesco Tomasso.
Ampia è la soddisfazione dei principali promotori Luciano Bucci, Presidente dell’Associazione Winterline ed Emilio Pesino, Presidente del Parco, che dichiara” Voglio sperare che la Regione supporti nella maniera adeguata questo Ente, rispondendo alle nostre richieste anche organizzative, che al momento rimangono inevase. Eventi di qualità come questo e come il recente Venolea, vanno supportati adeguatamente, anche perché esportano il nome nostro territorio, anche in ambito internazionale”.
Nella mattinata i soldati hanno fatto visita anche al Museo Winterline e, assieme alle autorità locali, al Cimitero Militare Francese. Ora la struttura dell’Ente Parco sarà concentrata sulla prossima iniziativa. Dopo dieci anni di assenza, infatti, ad aprile tornerà La Passione Vivente.
anno 2014

SOTTOSCRITTO A FIRENZE IL 29 MARZO U.S. PRESSO LA SEDE DELL’ASSOCIAZIONE COLTIVIAMO LA PACE, IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA ENTE PARCO E OLIVE BRANCH FOUNDATION DI EFRAIM (PALESTINA)
Parco regionale dell’Olivo di Venafro e Taybeh Efraim: un ponte tra oriente ed occidente, tra storia, mito e moderno sviluppo dell’olivicoltura ambientale
Il Responsabile dell’Olive Branch Foundation di Taybeh - Efraim in Palestina, Don Raed Abusalieh, artefice, assieme a Giovanni Gianfrate dell’Associazione Coltiviamo la Pace, della rinascita dell’antica olivicoltura storica di Efraim e dei territori palestinesi, ha sottoscritto con Emilio Pesino, presidente del Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, l’accordo che lega le due realtà a progetti comuni per lo sviluppo dell’olivicoltura storica. Dopo i contatti dei mesi scorsi si è arrivati finalmente alla sottoscrizione di impegni comuni. Consapevoli dell’importanza unica dell’inimitabile storia legata all’olivo di Efraim e Venafro, i responsabili delle relative organizzazioni sono convinti che queste iniziative possano rappresentare un traino anche per la commercializzazione di nicchia dei prodotti oleari.
Presente all’evento anche Francesco Marino, Presidente COPAGRI Toscana, che ha già avviato diverse iniziative ad Efraim. A Don Raed Abusalieh è stato donato un quadro, raffigurante olivi di Venafro ed Efraim, dall’artista Sonia Genua.
Situato a circa 25 km a nord-est di Gerusalemme, ai margini dell'imponente scenario del Deserto di Giuda, il villaggio di Taybe – Efraim è un insediamento cananeo esistente già all'inizio del III millennio a.C., nell'età del bronzo medio. Esso è ripetutamente citato nel periodo biblico, con nomi apparentemente differenti: Afra/Ofra al tempo della conquista di Giosuè, verso il 1200 a.C.; Ofra/Efra all'inizio del regno di Saul (1030-1010); Efraim sotto il regno di Davide (1010-970), con riferimento alla storia di Assalonne; Efron, verso il 912, sotto il regno di Geroboamo I (931-910); Efraim, intorno alla metà dell'VIII secolo a.C., sotto il regno di Geroboamo II, quando il profeta Osea rimprovera gli abitanti del suo territorio perché «portano olio in Egitto» (Osea 12,2). Le indagini archeologiche intensivamente condotte sui rilievi meridionali della Samaria hanno confermato una espansione senza precedenti della produzione d'olio d'oliva nell'età del ferro; come pure è documentata la spedizione dell'olio in Egitto e in Assiria. Per la citazione del profeta Osea, Efraim era già nota agli studiosi europei dell'Ottocento come il primo esempio nella Bibbia e quindi nella storia, di esportazione dell'olio di oliva.
La "Olive Branch Foundation di Taybeh Efraim" è impegnata nella promozione di attività e progetti sia di carattere economico-sociale sia ti tipo culturale per sostenere la comunità cristiana di Terrasanta, operando un piano di sviluppo integrale dell’olivicoltura storica di quei luoghi;
la Fondazione ha realizzato, con il contributo della CEI e dell’Associazione Coltiviamo la Pace di Firenze, un oleificio industriale a Taybeh – Efraim con un centro di lavorazione e promozione dei prodotti oleari, ed in collaborazione con la COPAGRI, ha organizzato in Terrasanta il 1° campionato mondiale di potatura dell’olivo. Esporta i propri prodotti stabilmente in Europa (Francia, Austria, ecc.).
Venafro d’altra parte rappresenta il luogo storico più importante dell’olivicoltura occidentale, dove, grazie a Catone, ebbe inizio la commercializzazione moderna dell’olio d’oliva. Era quindi naturale associare i due luoghi ad iniziative comuni, che rispondendo alle finalità istitutive dell’Ente Parco, impegneranno lo stesso nei prossimi anni.

anno 2013

VIAGGIO EFRAIM – HAIFA 2013
Nell’ambito del viaggio organizzato in Israele – Palestina dall’Associazione Coltiviamo la Pace di Firenze e che ha visto la partecipazione dell’Ente Parco, non poteva mancare la visita all’antico villaggio biblico di Efraim, teatro di un validissimo esempio di cooperazione. In questo luogo, dove sono stati ritrovati frantoi ipogei, l’olivicoltura risale all'VIII secolo avanti Cristo e i suoi olivi sono stati citati dal profeta Osea. A Taybeh, l’Associazione guidata dal Prof. Giovanni Gianfrate, ha realizzato un frantoio industriale ed altre strutture, in collaborazione con l'arcidiocesi di Firenze. Grazie all’intraprendenza di Don Raed Abusahlieh, Segretario generale della Caritas di Gerusalemme, è stata resa possibile la produzione di un prodotto di qualità, esportato anche in Francia e Austria. L’Ente Parco e l’Associazione Coltiviamo la Pace hanno così avviato la realizzazione di una rete di collaborazioni e gemellaggi tra i luoghi storici dell’olivicoltura mediterranea, tra i quali il Getsemani, finalizzata alla conservazione, alla valorizzazione e all’attuazione di progetti comuni. Taybeh – Efraim rappresenta il primo passo in questa direzione.
Gli incontri avuti dall’Ente Parco presso gli istituti di cultura italiana di Tel Aviv ed Haifa, hanno permesso di programmare ulteriori contatti ed iniziative con le realtà olivicole di un’area che assieme alla Siria, rappresenta l’inizio dell’olivicoltura mediterranea, mentre Venafro rappresenta l’inizio della commercializzazione nel mondo antico, grazie a Catone.
Le iniziative sopra riportate sono contestuali alle finalità della legge istitutiva del Parco Regionale, relative alla riaffermazione dell’identità storica dell’olivo di Venafro, necessario tramite per una commercializzazione di nicchia dell’olio di Venafro.
Conferma dell’eco positiva che sta avendo il Parco in contesti finora inesplorati, sarà il convegno organizzato nell’ambito dell’evento VENOLEA 2013, che vedrà la partecipazione di esperti di caratura internazionale, quali il Prof. Antonio Cimato del CNR Firenze, che presenterà i risultati dello studio effettuato sulla datazione e sul genoma degli olivi del Getsemani.

anno 2013

CONCORSO REGIONALE OLI MONOVARIETALI 2013
Quest’anno la manifestazione si è tenuta presso il Palazzo della Congrega e nella splendida cornice di Piazza Annunziata nel centro storico di Venafro. Questa ha previsto un convegno, la premiazione degli oli, la degustazione guidata di oli e vini molisani e ancora visite guidate alla chiesa dell’Annunziata e al Museo Winterline, grazie alla disponibilità dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, convenzionata con l’Ente Parco.
Dal convegno è venuta fuori la proposta, di un’autostrada dell’olio, fatta di interventi legislativi ad hoc mirati finalmente alla tutela e alla riutilizzazione del paesaggio agrario molisano, che da Venafro raggiunga il Basso Molise. In questo contesto, il Marchio del Parco “Terre degli Olivi di Orazio”, approvato dall’ultimo Consiglio direttivo dell’Ente, va ad inserirsi nei processi di valorizzazione delle tipicità locali.
L’Ente Parco è consapevole che solo ridando centralità al territorio e ai suoi prodotti è possibile contrastare più efficacemente i detrattori ambientali, dalle emissioni alle deturpazioni.
Presenti all’evento, tra gli altri, i Presidenti delle Camere di Commercio Amodio De Angelis e Giovanni Monaco, il Sindaco Antonio Sorbo, Pasquale di Lena, Franco Valente e il Presidente del Parco Emilio Pesino. Presente una delegazione dell’Assessorato al Marketing territoriale della Regione, stante l’indisponibilità, all’ultimo momento per impegni istituzionali, dell’Assessore Massimiliano Scarabeo.
Nel ringraziare Unioncamere Molise e le Camere di Commercio di Campobasso e Isernia, l’Ente si auspica che ulteriori eventi, nell’immediato futuro, possano dare giusta luce al centro storico di Venafro e ai prodotti del territorio del Parco.
Riuscitissimo l’evento organizzato in Piazza Annunziata a Venafro dall’Union Camere Molise e dalle Camere di Commercio, con il supporto dell’Ente Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, per la premiazione degli oli monovarietali molisani. La manifestazione ideata da Mario Stasi e giunta alla IV edizione, si afferma come uno degli appuntamenti più importanti del settore, che mette nella giusta luce l’alta qualità dei prodotti in concorso.

anno 2013

DIVERSE ABILITA’ 2013
PRESENTAZIONE PROGETTO INTEGRAZIONE DISABILI -  Il progetto prevede la realizzazione di manufatti artigianali da parte dei ragazzi del Carsic ed aree attrezzate per le persone con diversa abilità nel Parco regionale. il 7 luglio 2013, in una riuscita manifestazione, sono stati presentati nello spazio realizzato dal Carsic nel Parco, i primi oggetti realizzati. Seguirà nei prossimi mesi, la realizzazione di percorsi idonei ai disabili. Il Parco esprime un ringraziamento a tutti gli operatori del Carsic, coordinati da Evenzio Fanti e alla D.ssa Gina Martino proprietaria degli oliveti dove è stata realizzata l'area. La giornata si è conclusa con la visita al limitrofo complesso di mura poligonali, recentemente reso fruibile dall'Ente Parco.

Ente Parco Regionale Dell'Olivo di Venafro
Ente Parco dell'Olivo di Venafro logo
Palazzina Liberty - 86079 Venafro (IS
Copyright 2010 - 2018 Ente Parco Regionale dell'Olivo di venafro - Tutti i diritti riservati
SEGUICI
Regione Molise
Città di  Venafro
Città dell'Olio
Storico Agricolo
Paesaggio rurale storico d'Italia
(D.M. n. 6419 del 20.2.2018 – MIPAAF)
Torna ai contenuti