Venolea 2012 - Ente Parco Regionale dell'Olivo di Venafro

PARCO REGIONALE DELL'OLIVO DI VENAFRO

Storico Agricolo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Venolea 2012

Eventi

VENOLEA 27, 28, 29 GENNAIO 2012

27 GENNAIO 2012 – PRESENTAZIONE DEL LIBRO SULL’OLIVO DI VENAFRO A CASTELLO PANDONE

Grossa affluenza di pubblico il 27 gennaio, a Castello Pandone in occasione della presentazione del libro di Ferdinando Alterio “L’Olivo di Venafro, viaggio nel cuore olivicolo del Mediterraneo”, patrocinato dall’Ente Parco ed edito dalla Volturnia edizioni. Interventi del Presidente del Parco, Emilio Pesino, sull’attività amministrativa dell’Ente, del Presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, che ha sottolineato la necessità di includere Venolea in un percorso organizzativo di eventi su scala regionale, di Franco Valente e Aldo Cervo, che hanno evidenziato le peculiarità e la sistematicità di indagine che traspare dal libro di Ferdinando Alterio. Quest’ultimo nel suo intervento, in maniera simbolica, ma suffragata da considerazioni scientifiche, ha considerato il mitico olivo quasi come l’anello di congiunzione tra sfera vegetale ed animale. Ha concluso il convegno Mario Pietracupa, Presidente del Consiglio regionale, che ha sottolineato che della realtà del Parco, stia acquisendo consapevolezza anche la Regione, in considerazione dell’effetto volano di questo Ente, nella promozione del territorio e dei suoi prodotti.

28 GENNAIO 2012 – ENRICO LUPI, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTÀ DELL’OLIO AL CONVEGNO SULL’OLIVICOLTURA
Anche per il convegno del 28 gennaio, tenutosi alle 11.00 presso la sala di Vicolo della Vergine (Piazza dell’Annunziata), si è registrata una notevole affluenza di pubblico. Il convegno dopo una presentazione del Presidente del Parco E. Pesino, è stato moderato da Mario Stasi, responsabile prov.le del CO.RE.DI.MO. e Consigliere dell’Ente. Pasquale Trematerra, docente dell’UNIMOL, ha affrontato il tema della lotta biologica alla mosca dell’ulivo, presentando uno studio innovativo del settore; Sebastiano Delfine, docente UNIMOL, ha posto il valore del paesaggio agricolo, come una componente fondamentale della filiera produttiva olivicola.
Enrico Lupi, Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio ha illustrato le iniziative per sostenere l’olivicoltura ambientale e le possibilità che dalla tutela dei paesaggi olivicoli, possano arrivare fondi grazie all’UNESCO. Ha concluso il convegno Domenico Izzi, consigliere regionale, sulle politiche adottate dalla Regione. Alla fine un rinfresco nell’attigua sala del convegno.

28 - 29 GENNAIO 2012 – VENOLEA 2012, VISITE GUIDATE AL PARCO
Organizzate in questi due giorni le visite al Parco. Grazie ai recenti lavori di sistemazione di Piazza dell’Annunziata è stato finalmente possibile collegare il Centro storico al Parco, attraverso il sentiero n.1 che a mezza costa, tra ulivi secolari raggiunge la mulattiera Venafro – Conca Casale e ripiega verso la Cattedrale ed il Teatro romano (visitabile anche nell’occasione). Estensione della passeggiata, guidata da Manuela Martone, la visita al Museo archeologico di Venafro.

29 GENNAIO 2012 – RASSEGNA DEI PRODUTTORI E LABORATORI DEL GUSTO A PALAZZO DE UTRIS – VISITA DELL’ASSESSORE FUSCO PERRELLA
Palazzo De Utris allestito al meglio per ospitare la rassegna dei produttori di olio e di prodotti agroalimentari. Oli di elevata qualità hanno fatto mostra di sé nei vari ambienti dello storico palazzo. Presenti tutte le produzioni, ovviamente imbottigliate, di Venafro quali l’Oleificio Cooperativo Venafro, il Frantoio Riccitiello e l’Oleificio Carcillo) e le tipicità molisane e non solo, d’eccellenza: Coop. Sette Torri (Fornelli), Coop. San Pietro martire (Fornelli), Azienda Badevisco (Sessa Aurunca), Coop. Colline del Matese (Piedimonte Matese), Oleificio M.oli (Mirabello Sannitico), Oleificio Buonagurio (San Giuliano di Puglia), Azienda Loretta Fratino (Colletorto), Azienda Gasdia (Larino), Azienda Giorgio Tamaro (Colletorto), Azienda Michele Tamaro (Colletorto), Frantoio La Sorgente (Poggio Sannita), Frantoio Pavone (Trivento), Azienda Villani (Campomarino), Azienda Principe Pignatelli (Monteroduni).
Presenti anche l’Associazione R.I.M.A “Il Tombolo di Isernia” e tra i produttori agroalimentari l’Azienda Agricola Bruno Bucci (Conca Casale), il Caseificio Optimum Sancti Petri (San Pietro In Fine), La Molisana Formaggi (Pozzilli) e l’Azienda Agricola Le Miccole di Capracotta. Gli ottimi vini molisani proposti dall’Associazione Italiana Sommelier Molise e la buona cucina del “Delle Palme” di Pozzilli, hanno fatto il resto. Ottimamente organizzati da Slow Food i laboratori del gusto e le degustazioni che hanno visto protagonisti gli oli e i suoi amici (i legumi come il fagiolo confetto di Acquaviva d’Isernia, la roveja di Capracotta e salumi come la Signora di Conca casale).
Conclude la serata la presentazione dei risultati del panel test dell’Aurina di Venafro, ed in particolare dell’olio imbottigliato a scopo promozionale dal Parco, certificato dalla Sala Panel di Campochiaro, essendo quella di Venafro non ancora autorizzata.
Nel pomeriggio c’è stata la visita dell’Assessore all’Agricoltura e Foreste Angiolina Fusco Perrella, molto interessata all’evento, che si è trattenuta a lungo con gli espositori.

3 FEBBRAIO 2012 – UN SUCCESSO DA TUTTI I PUNTI DI VISTA. RINGRAZIAMENTI
Conclusa Venolea 2012, ci si può ritenere molto soddisfatti per l’esito della manifestazione che ha permesso all’Ente una visibilità anche in ambito nazionale (il lancio dell’evento c’è stato anche su canali radiofonici della RAI, come “Decanter” di Radio2, oltre che locali ed interregionali, mentre contemporanea all’evento, c’è stata la trasmissione di RAI 2 Sereno Varabile) e soprattutto di proporsi come interlocutore con organismi importanti, quali l’Associazione Nazionale Città dell’Olio.
Il Parco ringrazia tutti i produttori intervenuti, le autorità intervenute ed il pubblico interessato.
Un ringraziamento particolare all’Associazione Slow Food Alto Molise per la collaborazione nell’evento, ed in particolare all’Arch. Francesco Martino e a Carlo Melzani.
Una nota di merito spetta ai collaboratori del Parco Domenico Biello, Roberto Cambio, Manuela Martone e Antonio Riccio che ben al di là dei propri compiti, hanno profuso tutte le energie possibili per la riuscita della manifestazione.
Un ringraziamento all’Associazione dei Vigili del Fuoco in congedo di Venafro, presieduta da Elvio Santamaria per la disponibilità e la competenza.
Infine, un ringraziamento all’Istituto autonomo Case Popolari di Isernia ed in particolare all’Arch. Franco Valente che con la sua opera meritoria per il recupero del centro storico di Venafro, ha permesso alla manifestazione l’uso di spazi (Palazzo De Utris, sala di Vicolo della Vergine, la “Portella”), altrimenti non fruibili.

Ente Parco Regionale Dell'Olivo di Venafro
Storico Agricolo
Piazza Annunziata, Palazzo della Congrega - Venafro IS
Cell. 3388618979
Copyright 2010 - 2017 Ente Parco Regionale dell'Olivo di venafro - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu